Contenuto principale

Messaggio di avviso

Solidarietà e Benessere

Il Centro di Informazione e Consulenza è un servizio obbligatorio pre-sente all’interno degli istituti secondari di II ° grado di competenza dell’ASUR,le cui attività consistono, principalmente, nella realizzazione di interventi informativi nelle classi e nell’apertura di uno sportello di ascolto rivolto agli studenti,ai genitori e al personale scolastico.

L’esperienza è caratterizzata dall’alternanza tra scuola, convivenza e, soprattutto, attività di volontariato.

I ragazzi si confrontano con realtà delle quali hanno solo sentito parlare, ma di cui non conoscono l’esatta entità.

La giornata tipica è costituita dalle normali lezioni mattutine per alcuni, altri, a turno, provvedono a fare la spesa, cucinare e pulire la casa della convivenza.

Nel pomeriggio tutti sono impegnati in diverse attività di assistenza svolte presso i vari Enti ed Associazioni di volontariato e la sera è dedicata alla condivisione delle esperienze.

Tale progetto si pone come finalità la facilitazione della comunicazione, nell’ambito scolastico, tra le varie componenti che ne fanno parte, e il potenziamento delle risorse individuali degli alunni (socialità, autostima, assertività, capacità di prendere decisioni e assumere iniziative, ecc…).

Si vuole offrire uno spazio d’ascolto per le problematiche giovanili e non, nella convinzione che oggi la scuola non possa più esimersi dall’offrire, oltre ai contenuti culturali, anche una educazione-formazione nell’ambito della sfera socio affettiva.

I colloqui avverranno preferibilmente in orario extrascolastico, previo appuntamento preso garantendo la privacy degli alunni e di quanti ne dovessero fare richiesta; la metodologia prevista è quella della formazione umanistico integrata delle docenti counselors responsabili del servizio (e sottoposte a supervisione da parte dello psicologo del C.I.C ), formazione afferente all’area rogersiana-gestaltica.Si offre, altresì, la possibilità di una consulenza grafo motoria, utile per la conoscenza di sé.

Anche quest’anno il nostro liceo partecipa alla rassegna-concorso che intende favorire l’espressione dei giovani in merito alle proprie esperienze di vita ed alle proprie idee; sollecitata dalla Comunità diocesana, l’iniziativa invita gli adolescenti a raccontarsi sotto la forma di un testo scritto di varia tipologia, di un lavoro multimediale, di un video, di un’espressione artistica o grafica.

Il progetto ha la finalità di aiutare quei ragazzi che, incontrando difficoltà durante il loro percorso scolastico, rischiano di perdere autostima e motivazione all’apprendimento.

Gli obiettivi che ci si pone sono:

- Aiutare gli alunni della 1° classe della Scuola Superiore a superare il disorientamento iniziale (del primo anno)

- Risvegliare nei ragazzi la motivazione allo studio utilizzando modalità diverse da quelle usate solitamente nelle lezioni del mattino.

- Fornire agli studenti strumenti per un lavoro scolastico proficuo.

- Favorire negli alunni la conoscenza di sé e delle proprie attitudini.

Il nostro Liceo aderisce al Programma nazionale di Educazione alla pace e ai Diritti Umani “La mia scuola per la pace” promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e dalla Tavola della pace.

Il progetto “Non è un lavoro da ragazzi! Giovani, lavoro e legalità: percezioni e visioni di un mondo che cambia”, promosso dall'associazione culturale Cultureaid di Ancona e co-finanziato   dall'Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Marche e dal Dipartimento della Gioventù e dal Servizio Civile Nazionale nell'ambito dell'intervento “A scuola di convivenza”, ha visto la partecipazione come partner di CISL Marche, INPS Marche, INAIL Marche, la Camera di Commercio di Ancona, Confindustria Ancona, l'Università degli Studi di Macerata, l'associazione ANOLF Ancona e le classi V degli istituti Liceo Scientifico “G. Galilei” di Ancona., 

Il progetto è rivolto a tutti gli studenti iscritti alle classi prime al fine di rimuovere gli ostacoli e le difficoltà da cui possono dipendere gli insuccessi scolastici.

Le attività previste coprono un arco temporale che va da giugno a novembre e prevedono quattro fasi di realizzazione.

  • Nella prima, mediante la consegna ai nuovi iscritti di un fascicolo di esercizi e consigli per le vacanze, si cerca di creare un raccordo con la scuola media.
  • Nella seconda (primi giorni di scuola), si vogliono favorire la conoscenza fra studenti che si incontrano la prima volta e la consapevolezza della nuova realtà scolastica, grazie a tutta una serie di attività previste dall’Accoglienza.
  • Nella terza fase i docenti, partendo dalla correzione degli esercizi assegnati per il periodo estivo, mireranno a rendere omogeneo il livello di preparazione iniziale di tutti gli studenti delle classi prime.
  • Infine, nella quarta fase, entro la metà di novembre, verranno attivati interventi di recupero destinati agli alunni che hanno evidenziato delle difficoltà.

L’obiettivo del progetto è il recupero e il consolidamento in itinere, attraverso lezioni di carattere nozionistico sugli argomenti di morfologia e sintassi della lingua latina registrate dai docenti della disciplina come file audio.

Grazie alle nuove tecnologie le lezioni, da integrare con la regolare attività didattica prevista nella modalità tradizionale, diventano risorse duttili e personalizzabili, a disposizione degli studenti nella piattaforma scolastica, da dove potranno essere scaricate ed ascoltate - nei tempi e negli spazi suggeriti dalle esigenze individuali - utilizzando un lettore Mp3.

Attraverso incontri, testimonianze e visite guidate il progetto offre agli studenti la possibilità di ascolto, dialogo e confronto con diverse esperienze di spiritualità.