Contenuto principale

Messaggio di avviso

Il 30 novembre 2017 una delegazione del Liceo Galilei composta da Luca Bassi (4B), Chiara Burini (4D), Chiara Cortese (5D), Davide Rinaldoni (5D), Luca Sampaolesi (4H), Gianmarco Veroli (4D) accompagnati dalla Prof.ssa Laura Polenta, ha partecipato all’International Cosmic Day https://icd.desy.de/, sesta edizione di un evento internazionale che vede coinvolti giovani studenti di tutto il mondo uniti ad esplorare i messaggi dell’universo attraverso l’analisi dei raggi cosmici.

Il Liceo Galilei, come partecipante al Progetto Internazionale EEE (Extreme Energy Events) http://eee.centrofermi.it/ è stato invitato a Bologna, per studiare, con i compagni di altri 9 scuole EEE di Emilia Romagna e Marche, i segnali registrati dai rivelatori di raggi cosmici e discutere i loro risultati con gli scienziati collegati online lavorando in team come un vero gruppo di ricerca di astrofisica. Nella splendida cornice della biblioteca Zambeccari del Liceo Galvani, la giornata ha previsto inizialmente un collegamento tra tutti i partecipanti EEE durante il quale è intervenuto il prof. Antonino Zichichi, e una videoconferenza sui raggi cosmici tenuta da ricercatori; successivamente i partecipanti hanno analizzato i dati acquisiti con i telescopi EEE al fine di estrarre la distribuzione angolare dei raggi cosmici secondari. La giornata si è infine conclusa con la discussione e la presentazione dei risultati (rigorosamente in inglese) con le altre scuole di Cina, Francia e Germania partecipanti all’ICD e moderata dai ricercatori tedeschi del centro di ricerca DESY. Tramite questa iniziativa gli studenti hanno potuto condividere la loro esperienza con studenti in altre parti del mondo, scambiandosi informazioni sul loro lavoro così come avviene regolarmente nell'ambito della ricerca scientifica. L'analisi, il confronto e la discussione congiunti mostrano agli studenti l’efficacia della cooperazione internazionale e come la scienza sia elemento di collegamento attraverso i confini nazionali, le barriere linguistiche e le differenze culturali.

Complimenti ai nostri ragazzi cosmici!